MED_SEN_schwangerschaft_006-16-Baby-liegend-264-G.jpg

Lo sviluppo di un bebè mese per mese

Molte cose si manifestano nello stesso ordine per tutti i bambini. Tuttavia non sempre accade nello stesso giorno o nella stessa settimana: ogni bebè ha i suoi tempi per raggiungere le sue personali tappe di crescita. Vi sono anche eccezioni nello sviluppo che possono essere ereditarie, per esempio il momento in cui cominciano a parlare che per qualcuno arriva prima, per altri più tardi. Nel caso in cui siate preoccupati per lo sviluppo del vostro bebè, parlatene con il vostro pediatra. Oppure rivolgetevi al centro per la consulenza genitori bambini del vostro Cantone, dove potrete ricevere assistenza gratuita durante i primi tre anni di vita del vostro bambino.

 

1° mese

  • Su la testa: la muscolatura del collo del vostro bebè diventa più forte: riesce a sollevare la testa per qualche momento e girarsi quando è a pancia in giù. Continuate però a sostenergli la testolina perché non riesce ancora a sorreggerla da solo.
  • Alla scoperta di braccia e gambe: procedendo alla scoperta del proprio corpo, il vostro bebè si accorgerà che le sue braccia e le sue gambe gli appartengono. I primi a essere scoperti sono manine e piedini.
  • La poppata: succhiare è importante per i bebè, ne hanno bisogno per autoregolarsi e per tranquillizzarsi o rilassarsi.
  • I suoni dal mondo: il neonato sente molto bene sin dalla nascita e riconosce quindi le voci di mamma e papà.
  • La conversazione: il vostro bebè di un mese probabilmente gorgoglia, gracida, grugnisce o canticchia per esprimere quello che prova. Gorgogliate, gracidate, grugnite e canticchiate anche voi: al vostro piccolo piace conversare con voi in questo modo, gli piace che voi gli rispondiate. Alcuni bebè iniziano molto presto a manifestare la propria felicità con gridolini e risate.
  • Ma io ti conosco: il vostro bebè ricambierà ora il vostro sguardo, guardandovi più a lungo. Anche se ha già cominciato a riconoscervi quando aveva appena pochi giorni, riuscirà a mostrarvelo soltanto verso la fine del primo mese. Circa la metà dei neonati mostra in questo periodo i primi segnali di riconoscimento reagendo alla mamma e al papà in modo diverso rispetto a quanto fanno con gli sconosciuti. Il vostro bebè potrebbe tranquillizzarsi e guardarvi negli occhi; alcuni bebè addirittura mostrano i primi sorrisi quando vedono i propri genitori.
  • La musica: ora che il vostro bebè rimane sveglio più a lungo, potete cominciare a utilizzare i momenti di veglia per stimolare i suoi sensi, cantando ninne nanne o mettendo della musica, senza mai esagerare. Il vostro bimbo rimarrà affascinato anche solo dal rumore del vento o dal ticchettio dell’orologio.
  • L’attenzione: dopo che il vostro bebè avrà imparato a mettere a fuoco con entrambi gli occhi, riuscirà a seguire gli oggetti in movimento con lo sguardo. Può restare completamente affascinato da un semplice sonaglio per bambini agitato davanti al suo volto.  Alternativamente basta che muoviate il vostro volto, lentamente, vicino al suo viso: i suoi occhi seguiranno i vostri.
  • Pelle su pelle: il vostro bambino ha bisogno di molto contatto fisico, perché gli trasmette una sensazione di sicurezza e intimità. Una bella possibilità consiste nel portarlo a spasso nella fascia portabebè.

2° mese

  • Il primo sorriso: in questo mese proverete una della prime forti emozioni: il primo vero, radioso sorriso di vostro figlio.
  • Forme e colori: fino all’età di 2 mesi, vostro figlio amerà gli oggetti con una struttura semplice e bicolore. Dopodiché inizierà a interessarsi ai disegni, colori e forme più complessi. Vi consigliamo, quindi, di dare a vostro figlio quanti più oggetti diversi possibili affinché possa apprenderne le forme e tastarli.
  • Fasi di riposo prolungate: a questa età, la maggior parte dei bebè non dorme ininterrottamente e vuole mangiare durante le ore notturne. Spesso più volte. Questo è del tutto normale; dormire ininterrottamente a questa età non lo sarebbe. Tuttavia sarete felici di apprendere che vostro figlio avrà delle fasi di sonno prolungate e che resterà sveglio per più tempo. La maggior parte dei bebè ha tra le due e le quattro fasi di sonno lunghe ed è sveglia all’incirca 10 ore al giorno.
  • Movimenti controllati: i movimenti bruschi delle braccia e delle gambe sono scomparsi. Vostro figlio ha imparato a muoversi in modo più controllato. Inoltre ha imparato ad afferrare gli oggetti intenzionalmente; apprenderà a mollarli soltanto in un secondo momento.

3° mese

Su la testa: sdraiato sulla schiena, vostro figlio è in grado di sollevare la testa per alcuni minuti. A pancia in giù, invece, riesce a sollevarla insieme alle spalle, dà l’impressione di fare delle mini flessioni. Potete incoraggiarlo mettendovi di fronte a lui e ciondolando un giocattolo.

Maggiore coordinazione braccia-mani-gambe: vostro figlio può adesso salutare con le braccia e sgambettare. Se lo posate con i piedi sul pavimento, dovrebbe essere in grado di fare forza sulle gambette. Inoltre può unire le mani e aprire le dita, anche se probabilmente continuerà a colpire gli oggetti in movimento con il pugno chiuso. Potete favorire lo sviluppo della coordinazione manuale porgendogli un giocattolo e aspettando che lo afferri.

Abitudini di riposo: il riposo è qualcosa di molto individuale. Le abitudini del riposo si instaurano durante il 3° o il 4° mese. Alcuni bebè riescono quindi a dormire ininterrottamente durante la notte e a svegliarsi soltanto occasionalmente per l’allattamento. Altri, invece, non sono ancora in grado di riposare con altrettanta serenità.

Riconoscere mamma e papà: vostro figlio ha sviluppato un forte legame con voi, e il vostro viso gli è familiare. Continuerà comunque a sorridere a ogni sconosciuto, soprattutto se questo lo guarda direttamente negli occhi e inizia a fare un po’ il burlone o a parlargli. Tuttavia comincia a fare qualche distinzione tra le persone e a preferirne alcune. Il lobo parietale, cioè la parte del cervello responsabile della comunicazione oculo-manuale, è in continuo sviluppo. Anche il lobo temporale, che contribuisce a udito, parola e odorato, è sempre più attivo e ricettivo. Perciò, quando vostro figlio sente la vostra voce, si gira direttamente verso di voi e risponde con un gorgoglio o un altro suono.

Sviluppo del linguaggio: in questa fase, vostro figlio percepisce per la prima volta la lingua in modo intenso. Quando gli parlate, registra le informazioni nella sua memoria in continua crescita; solo che al momento non è ancora in grado di riprodurle. Se i genitori parlano due lingue diverse e vogliono che loro figlio cresca bilingue, ognuno di loro deve parlagli nella propria lingua madre.

Il senso del tatto e il contatto con il suo corpo: il senso del tatto in continuo sviluppo può essere stimolato con diversi materiali. Quando toccate, portate in braccio o massaggiate vostro figlio, egli si rilassa e inizia a prendere coscienza del proprio corpo. Inoltre, più siete vicini a vostro figlio, più forte diventerà il vostro legame. Provate il massaggio neonatale. La vostra levatrice saprà mostrarvi come fare.

Interazione: al momento vostro figlio assorbe tutto, cioè trae le proprie conclusioni in base a quanto accade attorno a lui. Ascolterà attentamente la vostra voce. Se gli parlate o se giocate con lui, lo incoraggiate a interagire con voi e con altre persone .

Indicazione giuridica Colofone