MED_SEN_schwangerschaft_006-16-Familie-Bad-151-H-2.jpg

Il bagnetto: a cosa fare attenzione?

Il bagnetto: a cosa fare attenzione?

La maggior parte dei neonati adora sguazzare in acqua. Alcuni devono prima superare la loro timidezza nei confronti del nuovo elemento, per poi diventare praticamente dei pesciolini. Con qualche piccolo trucco, il bagnetto del vostro bambino si trasformerà in divertimento assicurato per tutti.

Quando si può fare il primo bagnetto?

Il via libera al bagnetto si ha non appena l’ombelico del bebé si è cicatrizzato, cioè quando non spurga più e non vi sono più crosticine. Fino ad allora basta pulirlo con acqua calda pulita e un panno morbido.


Ogni quanto e per quanto tempo bisogna fare il bagnetto?

La pelle dei bebè è molto sensibile e dal momento che le loro ghiandole sebacee producono meno sebo rispetto a quelle degli adulti, la loro pelle si secca più velocemente. Pertanto, nei primi mesi è meglio fare il bagnetto soltanto ogni due giorni o una volta la settimana e per non più di dieci minuti.


Bacinella o vasca da bagno?

Da qualche tempo la vasca da bagno fatta a secchiello fa concorrenza alla più tradizionale vasca per bebè e non è un caso: la grandezza della prima è infatti studiata perché il neonato vi stia seduto dritto. Lo spazio ristretto dell’innovativa vaschetta permette al bambino di sentirsi come nel pancione della mamma e al contempo non gli permette di scivolare via. I bebè che hanno difficoltà maggiori ad abituarsi all’acqua riusciranno inoltre ad acquisire confidenza in modo più graduale. Con un apposito tappetino di gomma è possibile rendere più sicura anche la vasca tradizionale; in entrambi i casi l'importante è che non perdiate mai di vista o dalle mani il vostro piccolo.


Qual è la temperatura giusta dell’acqua e della camera?

La temperatura ideale dell’ambiente si aggira intorno ai 23 gradi Celsius. L’acqua nella vaschetta riempita per metà dovrebbe essere a circa 37 gradi Celsius. Chiudete porte e finestre in modo che resti invariata. Stendete un asciugamano, e preparate i vestiti e i prodotti da usare, in modo da asciugare e vestire in fretta il bebè dopo il bagnetto.


Bisogna utilizzare un bagnoschiuma? Se sì, quale?

È meglio lavare bebè e bambini piccoli solo con acqua. Se notate che il vostro bimbo ha la pelle secca, allora potreste aggiungere all’acqua del bagnetto un bagnoschiuma emolliente (o un cucchiaio da tavola di olio di oliva o di mandorla di qualità). Se la pelle è arrossata, soprattutto dove porta il pannolino, si possono aggiungere due cucchiai da tavola di siero di latte in polvere.


Come trasformare un allergico all’acqua in un pesciolino?

Non tutti i bebè sono a loro agio nell’acqua. Se il vostro bimbo non ama il bagnetto, lasciategli semplicemente tempo e lavatelo una volta al giorno. Dopo un paio di settimane potrete tentare un bagno a pancia in giù, nella vaschetta o sulla vostra pancia direttamente nella vasca da bagno (senza dimenticare che l’acqua dev’essere sempre a 37 gradi Celsius!). Prima o poi anche il vostro bebè scoprirà quanto l’acqua sia divertente!

Hotline medica: a vostra disposizione ventiquattr’ore su ventiquattro

Il vostro piccolo è malato o si è fatto male? A volte è difficile capire quando è necessaria una visita medica. Se avete dubbi, chiamate l’hotline medica del nostro partner Medgate. Un team di persone specializzate è al vostro fianco per offrirvi consulenza ventiquattr’ore su ventiquattro:   

0844 110 110

Indicazione giuridica Colofone