MED_SEN_schwangerschaft_006-16-Schwanger-Sofa060-G.jpg

Come mi alimento in modo corretto?

È possibile evitare o alleviare sensibilmente i disturbi della gravidanza assumendo per voi e per il vostro bambino tutti gli alimenti importanti. Trovate qui un opuscolo sull’alimentazione durante la gravidanza e l’allattamento. Qui di seguito abbiamo riassunto i punti principali.

A proposito: l’affermazione secondo cui dovreste mangiare per due è una vecchia diceria perché in gravidanza il vostro corpo lavora in modo più efficiente e utilizza meglio l’energia che riceve. A partire dal 4° mese avete bisogno di circa 250 calorie in più al giorno, mentre dal 7° 500 calorie. Ciò corrisponde a due fette di pane con un po’ di formaggio o quattro mele.


Bevande: 1,5-2 litri al giorno, preferibilmente

  • acqua naturale o frizzante
  • tè alle erbe o alla frutta non zuccherato
  • succhi di frutta
  • brodo di verdura e zuppe

Pasti: 4-5 al giorno, di cui uno caldo


Colazione: pane o panino integrale con frutta


Snack: yogurt, frutta e verdura cruda ben lavata


Cioccolata, pizza & co.: vi potete concedere questi alimenti nella giusta misura!


Sostanze nutritive/integratori alimentari: parlate con il vostro medico degli integratori alimentari importanti durante la gravidanza. Ecco quelli principali.

  • Acido folico e altre vitamine: il fabbisogno di questa vitamina vitale del gruppo B aumenta a 800 mg al giorno fino al 3° mese. È contenuta ad esempio nei prodotti integrali e negli ortaggi a foglia verde, ma anche in uova, pesce, latte e nella frutta in genere. Inoltre, fino almeno alla fine della 12a settimana, dovreste assumere 0,4 mg di acido folico sotto forma di compresse. Informatevi presso il vostro medico sull’assunzione di altre vitamine come integratori alimentari.
  • Ferro: il fabbisogno sale a 30 mg al giorno. Il ferro è contenuto in carne, legumi, verdura, come spinaci, broccoli, barbabietola rossa ecc.
  • Iodio: durante la gravidanza il fabbisogno aumenta a 230 µg e durante l’allattamento addirittura a 260 µg al giorno, perché devono essere rifornite due tiroidi: la vostra e quella del vostro bambino. Lo iodio è contenuto nel sale iodato e nel pesce di mare.
  • Calcio: il fabbisogno sale a 1000 fino a 1200 mg al giorno. Il calcio è contenuto nell’acqua minerale, nel latte, nei latticini, nelle erbe aromatiche e nelle verdure.

Mangiare in modo contenuto:

  • funghi di bosco perché il contenuto di cadmio e mercurio è davvero alto;
  • semi di lino, non più di 20 g al giorno a causa dell’elevato contenuto di cadmio;
  • caffè, tè verde e nero: la caffeina può arrivare al bambino tramite la placenta e rallenta l’assorbimento di ferro nel sangue, ma 1-2 tazze al giorno non hanno effetti negativi;
  • selvaggina perché potrebbe essere inquinata con piombo. Tale sostanza potrebbe, nel caso peggiore, causare danni al sistema nervoso del bambino;
  • niente fegato fino al 4° mese perché troppa vitamina A (contenuta nel fegato) può provocare malformazioni.

Da evitare a causa dell’elevato rischio di batteri e infezioni (listeriosi):

  • carne mal arrostita o cruda (ad es. salame, prosciutto crudo, carpaccio, bistecca)
  • pesce affumicato (ad es. salmone affumicato)
  • pesce crudo (ad es. sushi)
  • uova crude (ad es. tiramisù e maionese)
  • latte crudo, fresco dal contadino
  • formaggi a latte crudo (ad es. feta, mozzarella, Camembert)
  • pacchetti di insalata pronta per l’uso
Indicazione giuridica Colofone