MED_SEN_schwangerschaft_006-16-Schwanger-am-Fenster-070-K1.jpg

La mia gravidanza prosegue normalmente?

Anche nel terzo trimestre di gestazione subentrano dei disturbi, che limitano la mobilità e richiedono un po’ di pazienza, ma che indicano uno svolgimento normale della gravidanza.

Gambe pesanti e piedi gonfi: l’aumento del fabbisogno di sangue può avere come conseguenza degli accumuli di acqua. Possono essere d’aiuto indumenti leggeri, scarpe comode, un’assunzione sufficiente di liquidi e una regolare attività fisica, quest’ultima però nella giusta misura. Concedetevi inoltre massaggi dolci, sollevate spesso i piedi, piegateli ad angolo e stendeteli di nuovo. Sono inoltre utili le calze a compressione. Gli accumuli di acqua possono interessare anche le mani e il viso e causare un senso di vertigini.


Minzione: con il peso del bambino nell’utero aumenta la pressione sulla vescica.


Dispnea: la funzione dei polmoni è limitata, gli organi vengono compressi perché il bambino ha bisogno di molto spazio nel vostro corpo. Bevete molto, seguite un’alimentazione equilibrata e respirate in modo consapevole quando vi muovete.


Disturbi dell’equilibrio: con la pancia che cresce, si sposta il baricentro corporeo. Bisogna muoversi con consapevolezza ed è richiesta più prudenza.


Dolori alla schiena: la colonna vertebrale assume una forma concava. Potete contrastare eventuali dolori controllando la vostra postura, stirandovi regolarmente e sostenendo con un cuscino la pancia quando dormite.


Dolore nel bacino: i legamenti si allungano, il bambino fa pressione sul basso ventre e sulle articolazioni del bacino.


Doglie: prima si hanno le contrazioni di Braxton Hicks, poi a partire dalla 37a settimana possono presentarsi le contrazioni preliminari o le contrazioni da abbassamento. Nella preparazione al parto imparate come respirare correttamente durante le doglie.

Indicazione giuridica Colofone