Crossfit.jpg

Con efficienza al limite

Björn Wegberg, 19 anni, studente, è un CrossFitter convinto. Nella nostra intervista ci spiega perché nel Crossfit ha trovato il tipo di allenamento che fa per lui.

Intervista: Clau Isenring

Cos’è il Crossfit?

Il Crossfit è un tipo di allenamento che combina forza, resistenza, coordinamento e mobilità in modo ideale, inoltre comprende movimenti molto diversi tra loro. Sollevare pesi fa parte di questo sport come anche fare jogging, vogare o svolgere esercizi provenienti dalla ginnastica artistica. L’importante è che tutti questi movimenti siano funzionali. In altre parole, si tratta di esercizi che si possono svolgere anche nella vita di tutti i giorni. L’intensità con cui essi vengono svolti è sempre estremamente alta. L’obiettivo è «ottenere» di più in meno tempo. Crossfit prepara quindi a tutte le attività che vengono svolte nella quotidianità.

 

Come si svolge un allenamento di Crossfit?

Ci si allena sempre in gruppo, sotto la supervisione di un coach. Si inizia con un riscaldamento e con esercizi per la mobilità, si prosegue con quelli per aumentare la forza e infine si esegue il workout del giorno (Workout of the Day). Quest’ultimo è composto da diversi esercizi. Ogni allenamento di Crossfit dura sempre un’ora precisa. Dopo l’allenamento ci si stende a terra e ci si sente spompati: è tipico di questo sport.

 

Che cosa la affascina di questa disciplina?

Le sfide che ci si pone e lo spirito di gruppo. Allenarsi tutti assieme è davvero motivante. Ci si sostiene l’un l’altro, spronandosi a resistere anche quando si è convinti di essere arrivati alla fine. In più mi piace la varierà degli esercizi. I workout sono sempre diversi, non c’è giorno uguale all’altro. In questo modo non si instaura alcuna routine.

 

Quante volte si allena?

Dalle quattro alle cinque volte la settimana. Un solo allenamento a settimana non basterebbe, perché si svolgono esercizi tecnicamente piuttosto complessi.  Il coach ci corregge e ci spiega come eseguire ogni figura nel modo giusto.

 

Serve un’attrezzatura specifica per praticare questo sport?

In palestra disponiamo di tutto il materiale necessario tra cui sbarre, corde ecc. Si può fare Crossfit anche solo sfruttando il proprio peso corporeo. C’è un esercizio in particolare, da svolgere in venti minuti, che prevede varie sequenze da 5 sollevamenti, 10 flessioni e 15 piegamenti delle ginocchia.  

 

È facile fare progressi?

Sì, specialmente se ci si sprona a vicenda e se il coach è sempre presente. Un vantaggio per i principianti: possono eseguire tutto quello che fanno gli altri fin da subito. L’intensità degli esercizi è facilmente adattabile al livello di fitness individuale. In altre parole, ho la possibilità di allenarmi con tutti i componenti del gruppo allo stesso tempo, anche i più anziani e i meno in forma. È motivante anche il fatto di doversi iscrivere in modo vincolante alle lezioni. In questo modo si è costretti ad andare all’allenamento anche quando non se ne ha troppa voglia.

 

Il Crossfit è uno sport costoso?

Se confrontato con le normali attività da palestra, direi di sì. Ma nel Crossfit, a ogni allenamento è presente un coach. Inoltre visto che i gruppi di allenamento sono piuttosto piccoli, tutti sono ben seguiti.

Indicazione giuridica Colofone