Tai Chi: muovere l’aria | Sanitas assicurazione contro le malattie
Roland_Jaeggi-Taiji_Saebel_9118.jpg

Muovere l’aria

Roland Jäggi, 53, ingegnere meccanico e di materie plastiche, pratica il Tai Chi da 21 anni. Nella breve intervista spiega perché il Tai Chi è l'allenamento ideale per lui.

Intervista: Clau Isenring

Cos'è il Tai Chi in breve?

Per me il Tai Chi è meditazione accompagnata da movimento. Eseguiamo forme e sequenze di movimenti che durano da cinque a dieci minuti. Il Tai Chi è un allenamento completo. Si è concentrati a tutto tondo. Tutto il corpo è coinvolto. Dallo stare in piedi al mantenere l'equilibrio. Se per esempio durante una rotazione su una gamba non sono centrato, cado.

 

Il Tai Chi è impegnativo?

È possibile iniziare in modo «leggero», ma se si desidera eseguire i movimenti in modo preciso e corretto, è necessaria la massima concentrazione. Anche questo mi affascina del Tai Chi: sono immerso nel movimento e non penso a  nient'altro. Così posso rilassarmi completamente e staccarmi dal mondo esterno.

 

Dove si allena?

Mi alleno presso la Wushu Akademie Schweiz, in gruppo. Chi è più esperto e conosce le sequenze a memoria può benissimo praticare Tai Chi ovunque, che sia al lago, in giardino o in salotto. Per le forme con la spada, il bastone e la lancia, tuttavia, è necessario molto posto.

 

Quante volte si allena?

Ho iniziato con una lezione a settimana. Oggi mi alleno due sere a settimana, seguendo una volta due lezioni e una volta tre. Integro queste attività fisse consapevolmente nella vita quotidiana e cerco di non saltare nemmeno una lezione.

 

Perché si dovrebbe iniziare a praticare il Tai Chi?

Potrebbe essere l'attività ideale per chi non ha voglia di competizione o gare. Il Tai Chi è un'ottima combinazione di rilassamento, concentrazione e movimento. In ogni caso io dopo ogni allenamento sono completamente sudato. La cosa bella del Tai Chi è anche che si può praticare fino a un'età avanzata. Conosco 75enni che continuano ad allenarsi.

 

Forza, mobilità, relax ed equilibrio: trova tutto nel Tai Chi?

Quando si sta accovacciati è molto faticoso per le gambe. Tuttavia il Tai Chi non è ideale come allenamento per l'aumento della massa muscolare. Non combattiamo contro un nemico, ma muoviamo l'aria. L'equilibrio e la mobilità sono le cose più importanti, e per questo all'inizio dell'allenamento facciamo sempre stretching. 

 

Il Tai Chi è uno sport «a rallentatore»?

La maggior parte dei movimenti è molto lenta. Nel Tai Chi originario, il Chen Tai Chi, facciamo anche delle sequenze in cui si battono i piedi, si eseguono salti e si colpisce, e naturalmente isalti non si possono fare lentamente. Per me è uno stimolo particolare quando il movimento dalla lentezza esplode in questa forma.

 

Il Tai Chi ha le sue origine nelle arti marziali, in casi estremi potrebbe usarlo come difesa?

In teoria si. Tuttavia nella nostra scuola l'autodifesa non è prevista. A volte svolgiamo degli esercizi a coppie, nei quali cerchiamo di atterrare chi ci sta di fronte con il braccio. Ciò dimostra che solo tramite le braccia non si ottiene molto. Solo se il movimento parte dal bacino posso generare veramente forza. Nel cosiddetto Push Hands Tai Chi c'è l'attacco e la difesa. Ma anche in questo caso si svolge tutto pacificamente, come se fosse una danza.

 

Esistono scuole Tai Chi più esoteriche e altre più sportive?

Sì, esistono molti stili e varianti che vanno dall'esoterico allo sportivo. Chi è interessato al Tai Chi dovrebbe provare in diverse scuole e trovare quella adatta. La Wushu Akademie Schweiz si concentra sul movimento e sulla corretta esecuzione. Pratichiamo un Tai Chi «radicato».


Ulteriori informazioni sul Tai Chi

www.wak.ch
Indicazione giuridica Colofone