637213382

Futuro sempre più digitale

Già oggi l’app del portale Sanitas e l’app Active di Sanitas offrono numerosi vantaggi ai clienti. In futuro ne offriranno ancora di più. Emanuele Diquattro, membro del Comitato direttivo, su possibilità reali e potenziali.

Testo: Michael Suter

Nell’app del portale Sanitas è stata integrata una funzione messenger. Quando sarà possibile stipulare un’assicurazione tramite questo canale?

Il nostro obiettivo è che i nostri clienti siano presto in grado di stipulare delle soluzioni assicurative semplici direttamente nel messenger. Affinché ciò sia possibile dobbiamo superare ancora diversi ostacoli tecnici e legali.

 

Quali per esempio?

Deve per esempio essere garantita la sicurezza dei dati. A tale scopo è necessaria tra l’altro una codificazione dei dati. Si pone inoltre la questione come vogliamo identificare i nostri clienti nel messenger, in modo che possano stipulare contratti legalmente validi. Esistono diverse possibilità tecnologiche moderne come per esempio il riconoscimento vocale o facciale che vanno verificate.

 

Sempre più spesso gli utenti nei messenger di imprese comunicano con dei chatbot e non più con persone. Questi sistemi forniscono risposte automatiche. Nell’app del portale Sanitas sono pensabili sistemi del genere?

I chatbot sono ideali per domande semplici e ripetive. Nel messenger rispondiamo a semplici richieste del cliente come per esempio a quelle sulla copertura di prestazioni. Vogliamo ampliare questo servizio in modo che i nostri clienti ricevano delle risposte anche al di fuori degli orari d’ufficio.

Abbiamo sviluppato l’app del portale Sanitas per due motivi. Innanzi tutto per offrire ai nostri clienti in qualsiasi momento un servizio personalizzato e veloce. In secondo luogo per facilitare l’interazione con noi. Infatti i nostri clienti possono p.es. modificare in modo semplice il loro indirizzo, scansionare e inviarci i giustificativi. Così risparmiano tempo e denaro.

 

Dal 2016 nell’app del portale Sanitas è integrato il libretto delle vaccinazioni. In futuro sarà possibile consultare il termine di richiamo per il vaccino contro tetano e difterite?

Già oggi l’app invia reminder per le vaccinazioni. L’idea è che in futuro sia possibile fissare un appuntamento per la vaccinazione direttamente tramite l’app. Che sia all’ora di pranzo o a mezzanotte. Per tali soluzioni tuttavia abbiamo bisogno di partner che appoggiano le nostre idee e con i quali possiamo creare le interfacce necessarie.

 

In estate Sanitas ha lanciato una seconda app, l’app Active. Essa monitorizza quando si va in bici o a fare jogging. App del genere ne esistono già a bizzeffe. Cosa distingue l’app Active di Sanitas dalle altre?

Immaginate di monitorare la vostra sessione di jogging. Alla fine sapete quale distanza avete percorso. E questo è tutto. La vostra motivazione non crescerebbe se invece riceveste anche una ricompensa? Questa è l’idea di fondo della nostra app Active. Promuoviamo un comportamento sano e lo ricompensiamo…

 

… con buoni acquisto per articoli sportivi, alimentazione ecc. Perché non con sconti sui premi?

Nell’assicurazione base vale la Legge di parità di trattamento. Per esempio una persona con disabilità motoria sarebbe svantaggiata in confronto a una persona senza limitazioni motorie, dato che non potrebbe mai percorrere le stesse distanze e quindi non potrebbe usufruire dei rispettivi sconti. Per le assicurazioni complementari le basi legali sono diverse. In questo settore in futuro premieremo le persone che si muovono molto e che investono nella salute con contributi per centri fitness o corsi sportivi.

 

E per coloro che si muovono poco aumenteranno i premi?

Naturalmente no. Vogliamo spronare le persone ad avere maggiore autoresponsabilità e un comportamento salutare e non penalizzare nessuno. Ci vediamo come un coach che promuove un comportamento positivo.


Di più sull’argomento

sanitas.com/it/app

Emanuele Diquattro, 35 anni, ha iniziato la sua carriera presso Sanitas 20 anni fa come apprendista di commercio. Dopo la formazione ha assunto diverse funzioni in diversi settori. Nel 2012 è diventato responsabile del settore Informatica e membro del Comitato direttivo. Da tre anni Diquattro è a capo del settore aziendale Distribuzione e Marketing.

Indicazione giuridica Colofone