78749170

Progetti premiati

Queste idee e progetti innovativi hanno vinto nei concorsi precedenti. Lasciatevi ispirare

_VDD8939.jpg
Premio Challenge
Vincitore 2017
Sanitas Challenge Preis 2016
Premio Challenge
Vincitore 2016

Thurgauer Unihockey Verband

La federazione Thurgauer Unihockey vince con il suo progetto Kids. Il progetto vuole far sì che il maggior numero possibile di bambini del Canton Turgovia facciano sport almeno una volta a settimana, oltre alle lezioni di educazione fisica obbligatorie. L’offerta è rivolta a bambini tra i cinque e i dieci anni che amano muoversi e non sono ancora membri di un’associazione sportiva (di unihockey). Gli allenamenti si svolgono in diverse sedi.

Kathrin Lehmann, ex campionessa delle nazionali di calcio e di hockey su ghiaccio nonché membro della giuria del premio Challenge Sanitas, ha elogiato a nome della giuria lo straordinario impegno di tutti i finalisti: «La federazione Thurgauer Unihockey spinge i bambini ad approfittare delle numerose offerte polisportive e coinvolge anche i genitori facendoli diventare allenatori. Ci ha convinto l’impegno duraturo e sincero a favore di tutte le associazioni di unihockey!»

Gregor Wegmüller, vicepresidente della federazione Thurgauer Unihockey era visibilmente colpito dal fattoche il loro impegno meritasse tale riconoscimento: «Il premio ci servirà ad ampliare il numero delle sedi di allenamento e a fare in modo che ancora più bambini vi partecipino.»

HC Ehrendingen

Con il suo modello «Handball macht Schule», l’HC Ehrendingen risveglia l’entusiasmo per questo sport nella zona delle Wehntal e Surbtal. Il progetto è composto da: lezioni di pallamano nelle scuole, un’offerta sportiva facoltativa per le scuole e la partecipazione a tornei scolastici. L’associazione fa visita a più di 30 classi per avvicinarle alla pallamano.

Tanja Frieden, campionessa olimpica di snowboardcross e membro della giuria del premio Challenge Sanitas, ha elogiato in nome della giuria lo straordinario impegno di tutti i finalisti: «È stata una corsa testa a testa per aggiudicarsi il primo posto. Alla fine, è stato il numero di voti del pubblico a portare l’HC Ehrendingen alla vittoria. Ci hanno convinto la chiara struttura e la durevolezza del progetto ‘Handball macht Schule’ e la ramificazione interregionale.  Grazie alla collaborazione fra l’HC Ehrendingen e le scuole, è stato possibile organizzare allenamenti di pallamano nelle scuole durante la pausa pranzo e aiutare così circa 700 bambini a fare regolarmente moto. L’associazione trasmette in maniera esemplare la passione per la pallamano.»

Peter Steimer, presidente dell’HC Ehrendingen, era visibilmente commosso e felice. Con molta certezza ha comunicato la destinazione del premio di 20 000 franchi: «Innanzi tutto acquisteremo una porta da pallamano per il comune nostro vicino perché i giovani giocatori possano fare delle reti per davvero. Poi, come progetto più impegnativo abbiamo previsto di investire i soldi del premio in un campo d’allenamento gratuito. Così anche la regione parteciperà alla nostra vittoria.»

Au coeur des Monts, la passion du ski de fond

L’associazione «Au coeur des Monts, la passion du ski de fond» desidera far conoscere e amare lo sci di fondo non solo ai bambini e ai giovani, ma anche ai loro genitori. Nel rispettivo parco giochi sulla neve, scuole e associazioni interessate della regione possono prendere in prestito attrezzature per lo sci di fondo per svolgere allenamenti.

Hansjörg Wirz, Presidente della Federazione europea di atletica leggera e membro della giuria del premio Challenge Sanitas ha elogiato in nome della giuria l’associazione vincitrice del premio: «Oggi la responsabilità sociale che lo sport ha verso la società è molto importante. “Au coeur des Monts, la passion du ski de fond” risponde a questa richiesta cercando di trasmettere a scuole, associazioni, imprese e persone private la passione per lo sci di fondo e il movimento.»

Le due fondatrici di «Au coeur des Monts, la passion du ski de fond», Erica Savary e Fabienne Morard, hanno ricevuto con entusiasmo il premio e sanno già come impiegare i 20 000 franchi: «Compreremo nuove attrezzature per la nostra associazione. E se il denaro è ancora sufficiente compreremo rimorchi riscaldabili. In questo modo potremo trasportare il materiale per lo sci di fondo il tutta la regione e anche salire più in alto, se da noi non ci dovesse essere abbastanza neve.»

Unterämtler J+S Kids

Unterämtler J+S-Kids offre ai bambini di ambo i sessi dai 5 ai 10 anni la possibilità di fare sano movimento sotto la guida attenta di monitori esperti. Giocano insieme, imparano a conoscere varie discipline sportive e a usare gli attrezzi sportivi più diversi. Così facendo, i bambini hanno modo di scoprire le loro preferenze sportive e sono motivati a proseguire nello sport che fa più al caso loro. Questo progetto è reso possibile da dieci associazioni sportive con discipline di vario genere e in concorrenza fra di loro. Si tratta di un progetto tutto nuovo che in futuro potrebbe essere di guida per gli altri comuni e le altre regioni.

Adrian Gallmann e Martin Hofer, in rappresentanza dell’Unterämtler J+S-Kids, ritirano raggianti il premio d’incentivazione e sanno già come impiegheranno i 10'000 franchi: «Vorremo presto costruire una pista per il tumbling che permette di esercitare diversi salti difficili. Questa pista non è soltanto molto divertente per i ragazzi e incoraggia la loro naturale voglia di muoversi, ma permette loro anche di praticare esercizi coordinativi e diversi tipi di capriole. E di questo possono approfittare tutte le 10 associazioni.»

Rapperswil-Jona Lakers

Grande impegno per i piccoli fan di hockey su ghiaccio: il settore delle giovani leve dei Lakers si impegna con tre club partner e scuole di hockey di Rapperswil, Wetzikon, Glarona ed Einsiedeln in modo coerente e con tanta passione per rendere questa disciplina sportiva uno sport allettante per tutti i bambini della regione. Con grande successo: al momento 200 bambini di età compresa tra i cinque e i dieci anni sfrecciano una volta alla settimana sul ghiaccio entusiasmandosi per lo sport e il movimento! I Lakers e i suoi tre club partner accolgono con piacere chi viene contagiato dal virus dell’hockey.

Philipp Bräker, allenatore professionista del settore giovani leve dei Lakers, ha ritirato felicissimo il premio nazionale e ha affermato: "Il premio Challenge significa molto. Corona il nostro lavoro di 4 anni con i giovani, durante il quale abbiamo vissuto momenti anche difficili". con i giovani, durante il quale abbiamo vissuto momenti anche difficili".

Rugby Club Bern

Il fascino del rugby: con il progetto Rugby@School, il Rugby Club Berna offre a tutte le classi di scuola media della città di Berna la possibilità di farsi un’idea di questo sport di squadra amato in tutto il mondo. Il rugby non richiede solo disciplina, velocità e coraggio, ma - essendo uno sport duro e allo stesso tempo corretto e con chiare regole - contribuisce anche a prevenire la violenza. Tutte le classi partecipanti e gli insegnanti di sport vengono accompagnati dagli esperti del Rugby Club Berna e si incontrano per un torneo nello Stade de Suisse.

Il 28 ottobre 2010 Reto Gasser, responsabile del progetto Rugby@School, ha preso in consegna il premio nazionale per il Rugby ClubBerna. «Siamo riusciti ad avvicinare molti bambini e giovani al rugby, uno sport poco praticato. Il premio ci motiva a continuare il nostro lavoro con i giovani.»

Freestyle Park Zürich

L’associazione Freestyle Park Zürich è stata fondata nel 2000 per andare incontro alle abitudini, alle necessità sportive e allo stile di vita della nuova generazione. Con le sue attività questa associazione desidera promuovere nei bambini e nei ragazzi la gioia di muoversi, di praticare sport e di cimentarsi in garesenza metterli sotto pressione. Insieme con il dicastero dello sport della città di Zurigo, l’associazione organizza, fra l’altro, dei corsi semestrali nelle diverse discipline freestyle. Per permettere ai ragazzi di praticare il loro sport durante tutto l’anno potendo contare su condizioni ottimali, l’associazione ha inaugurato lo scorso anno la prima sala freestyle della città di Zurigo. Inoltre è previsto lo svolgimento di una grande gara juniores nelle discipline skateboard, BMX e breakdance per bambini fra i 10 e i 16 anni. I gareggianti vengono giudicati da professionisti del freestyle che durante la pausa pranzo daranno un saggio delle loro abilità.

Indicazione giuridica Colofone