Dossier: Gravidanza

Consigli utili contro le smagliature

Quando cresce il pancione si possono formare smagliature. La buona notizia è che se non siete predisposte, sarete risparmiate. La cattiva notizia è che non esiste nessuna garanzia assoluta che da voi non si formino.

Testo: Helwi Braunmiller; foto: Unsplash

Sulla pelle di molte donne la gravidanza passa inosservata, senza lasciare segni. In altre, invece, compaiono inestetiche smagliature su pancia, seno, braccia e cosce.

E non sono di certo dovute a una scarsa cura della pelle, bensì dipendono piuttosto da una certa predisposizione. Questo inestetismo compare soprattutto nelle donne con un tessuto connettivo debole, in particolare anche in quelle più giovani, di carnagione chiara e con la pelle sottile. Il forte aumento di peso durante la gravidanza o le gravidanze plurigemellari aumentano ulteriormente il rischio. Inoltre, nel periodo della gestazione il corpo produce più cortisone. Questo ormone sottrae ulteriormente tonicità alla pelle.

Le striae distensae, come vengono chiamate in gergo tecnico, sono delle finissime rotture delle fibre elastiche del derma. In questo modo attraverso la pelle si delineano i vasi sanguigni rosso-bluastri, soprattutto su cosce, pancia o seno. Sei mesi dopo il parto le smagliature iniziano ad attenuarsi trasformandosi in sottili linee argentee.

Tentare non nuoce: massaggiare con una crema

Anche se i prodotti che promettono di proteggere contro le smagliature sono tantissimi, non vi è nessuna garanzia. Massaggiare regolarmente con creme le parti del corpo a rischio non nuoce però di certo. Secondo alcuni studi, se si inizia per tempo, si formano meno smagliature. Si sono rivelati molto efficienti anche i massaggi con spazzole e le docce dalle gambe fino al ventre alternando l’acqua calda a quella fredda.

Per curare la pelle in gravidanza, la cosa migliore è ricorrere a prodotti naturali come ad esempio olii per il corpo. In questo modo non si riesce soltanto a combattere le fastidiose smagliature, ma anche a nutrire la pelle divenuta secca e pruriginosa a causa della gravidanza.