Dossier: Rimedi fai da te

Rimedi fai da te contro l’emicrania

Spesso arriva all’improvviso, è quasi insopportabile e dura anche più giorni: l’emicrania. Secondo la Società svizzera per lo studio delle cefalee, in Svizzera circa un milione di persone soffre di questa forma di mal di testa. Abbiamo cercato alcuni rimedi casalinghi che danno sollievo.

Testo: Michael Suter; foto: Unsplash

L’emicrania non è «solo» un attacco di mal di testa, ma una malattia neurologica cronica con disfunzione cerebrale. Nausea, vomito e ipersensibilità ai suoni, agli odori e alla luce accompagnano il dolore pulsante spesso unilaterale. In alcuni pazienti l’attacco di emicrania è preceduto da disturbi visivi e/o disturbi del linguaggio, perdita di appetito o disturbi sensoriali. Purtroppo, di solito non c’è una cura in senso classico, ma ci sono approcci validi ed efficaci per tenere sotto controllo l’emicrania. In aggiunta alle compresse, i pazienti ricorrono spesso anche alla medicina e alle terapie alternative. Anche i rimedi casalinghi possono essere un toccasana.

Sdraiarsi, spegnere le luci

Se l’emicrania è imminente, riducete tutti gli stimoli ambientali il prima possibile. Oscurate la stanza, fermate il ticchettio dell’orologio e sdraiatevi. Il sonno è spesso la cura migliore.

Una vita equilibrata

Seguite un ritmo di vita regolare. Andate a letto alla stessa ora tutti i giorni. Cercate di rilassarvi abbastanza anche durante la settimana. Gli attacchi di emicrania si verificano spesso durante il fine settimana, quando il corpo e la mente cercano di riprendersi da giornate di lavoro stressanti o da una routine quotidiana impegnativa.

Compresse fredde

Il freddo allevia il dolore. Mettete una compressa fredda sulla fronte il prima possibile durante un attacco di emicrania.

Pediluvio

Immergete i piedi in acqua fredda o alternate tra acqua calda e fredda. Pediluvio in acqua fredda: al massimo per un minuto e non più di tre volte al giorno. Inoltre, i piedi non devono essere freddi prima di iniziare.

Caffè nero con un goccio di limone

In caso di lievi attacchi di emicrania, una tazza di caffè nero con mezzo limone spremuto può aiutare. La caffeina costringe i vasi sanguigni del cervello che sono stati dilatati dall’emicrania. La vitamina C, a sua volta, può favorire la formazione di una sostanza prodotta dall’organismo che allevia il mal di testa.

Cannella e chiodi di garofano

In alcune persone i chiodi di garofano e la cannella alleviano il mal di testa. Le due spezie sono versatili e possono essere assunte ad esempio nei pasti o nelle bevande. I chiodi di garofano possono essere masticati e poi sputati.

Prevenire è meglio che curare

L’emicrania è ereditaria. Le donne hanno fino a tre volte più probabilità di esserne colpite. La buona notizia è che gli attacchi di emicrania spesso diminuiscono o scompaiono del tutto con l’avanzare dell’età. Luce, rumore, tempo, cambiamenti ormonali, fame, determinati alimenti, stress: molte cose possono causare l’emicrania. Questi cosiddetti trigger possono essere identificati con un diario dell’emicrania; e quindi prevenuti, ad esempio evitando le fonti di rumore o mangiando regolarmente. Utilizzare tecniche di rilassamento come il rilassamento muscolare progressivo, lo yoga o l’allenamento autogeno. Uscite spesso all’aria aperta e fate abbastanza esercizio fisico. Questo previene l’emicrania.