Impresa Corporate governance Struttura aziendale Gestione integrale del rischio Compliance Indennizzi Visione e valori Sanitas in cifre Partner IT partner Medicina Distribuzione Innovazione Le nostre sedi Carriera Posti vacanti La tua missione Consulenza ai clienti Distribuzione mobile Cosa ti offriamo Dove lavoriamo Come iniziare nel mondo del lavoro Apprendisti e praticanti SMC Trainee e praticanti universitari Impegno Fondazione Sanitas Solidarietà nel mondo digitale Impegno nella promozione Ufficio della Fondazione Sanitas Challenge Award Protezione del clima Media e pubblicazioni Nei media Ufficio stampa Comunicati stampa Immagini per la stampa Pubblicazioni di terzi News Newsletter Sanitas Social Media Rivista per i clienti Sanitas Rapporto di gestione

Digitalizzazione e personalizzazione: principio di causalità o principio di solidarietà?

Principio di solidarietà

In seguito alla crescente digitalizzazione e personalizzazione il principio di causalità sostituirà in futuro il principio di solidarietà nel settore assicurativo? Il dott. Stephan Sigrist del think tank W.I.R.E. si occupa delle conseguenze della digitalizzazione per l’economia, la scienza e la società.  

Cosa c’è dietro al concetto «Pay-as-you-live»?

Il profilo individuale di salute e di rischio determina l’ammontare delle relative tariffe e quali prestazioni sono comprese. Grazie a nuove generazioni di sensori e a nuove applicazioni digitali per registrare il proprio comportamento, oggi questi profili possono essere determinati con più precisione. In teoria le tariffe assicurative potrebbero quindi essere più personalizzate.

È il modello del futuro?

In Europa queste applicazioni digitali sono ancora agli inizi, così come le tariffe «Pay-as-you-live» delle assicurazioni. È invece diversa la situazione dell’automisurazione, come ad esempio l’impiego di fitness tracker. Ora si tratta di creare veri e propri valori aggiunti per i clienti collegando gli assicuratori e le offerte digitali.

Come prevede l’ulteriore sviluppo?

Attualmente assistiamo a diversi tentativi di lanciare tali modelli. Il successo dipende dalla disponibilità dei grandi gruppi di clienti a condividere un maggiore numero di dati personali con un assicuratore. La premessa è un’infrastruttura sicura, ma soprattutto un’elevata fiducia verso le assicurazioni. Al momento, spesso, questi due aspetti non sono ancora dati. Inoltre sono ancora da verificare il funzionamento a lungo termine delle tariffe personalizzate e il beneficio che ne può trarre l’intero collettivo assicurativo.

false

 

Stephan Siegrist è il fondatore e direttore del think tank svizzero W.I.R.E. Lo studioso di tendenze ed evoluzioni future analizza in maniera interdisciplinare gli sviluppi di economia, scienza e società. In particolare si occupa delle conseguenze della digitalizzazione per le scienze della vita, i servizi finanziari, i media, le infrastrutture e la mobilità.